Seguici sui social

Cronaca

Manifestazioni contro Dpcm, Il premier Conte: “Sono scelte dolorose”

Il presidente del consiglio ha snocciolato un’informativa sul nuovo DPCM in vigore dal 26 ottobre

Pubblicato

il

Giuseppe Conte
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

In un discorso alla Camera dei Deputati del 29 ottobre, il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha snocciolato un’informativa sul nuovo DPCM in vigore dal 26 ottobre. Nella fattispecie, il decreto prevede restrizioni per tre settori: ristorazioni, palestre e cinema e teatri.

Perché penalizzare chi si è adeguato alle norme?

Conte spiega che le scelte non sono derivanti da un mancato rispetto delle misure di sicurezza. La motivazione è ridurre i contagi. La difficoltà di identificare focolai o di ricostruire un preciso tracciamento è causata, in parte, anche dalla frequentazione di questi determinati locali dove, molto spesso, si tende ad “abbassare la guardia”. Il presidente tiene a sottolineare che le attività di questi tre settori non sono non-essenziali, anzi, sono “cura del corpo e nutrimento dello spirito”.

Che fine faranno gli artisti?

La scelta di sospendere gli spettacoli è stata, per il governo, una “scelta dolorosa”. Conte spiega che gli artisti si trovano ormai da tempo in grande difficoltà. In seguito alla riapertura dei teatri e dei cinema, infatti, i protocolli di sicurezza hanno ridotto drasticamente il pubblico. Promette che la riapertura, quando ci sarà, sarà immediata. Chiede, infine, ancora sacrifici a questo settore.

Decreto ristoro:

Il decreto Ristoro è stato approvato per ridurre le perdite in seguito alle restrizioni dell’ultimo dpcm. Prevede 5,4 milioni di indebitamento netto e 6,2 milioni di saldo netto. Sono stati stanziati 100 milioni per la pesca e l’agricoltura. 1 miliardo per la cultura e il turismo. 30 milioni per i tamponi rapidi da consegnare a medici di medicina generale e pediatri (molti di essi sono stati coinvolti nell’indagine epidemiologica). Viene reintrodotto il Reddito Emergenza, 6 settimane di cassa integrazione e l’estensione del fondo perduto anche a coloro che fatturano più di 5 milioni l’anno, previa richiesta

Nata a Nocera Inferiore il 3 dicembre 2000, è giornalista praticante presso ZetaNews. Diplomata al Liceo Classico "Marco Galdi" nel 2019, dallo stesso anno è studentessa di Lettere Classiche presso l’Università degli studi di Salerno. Appassionata di scrittura creativa, ha partecipato a diversi concorsi letterari: nel 2016 si è classificata terza al concorso “le parole sono ponti” e nel 2019 si è classificata seconda al Premio Badia di Cava De’ Tirreni. Ama i libri, l’arte e raccontare le ingiuste condizioni del patrimonio artistico della città in cui vive. “Figlia” del Pirandello giornalista, cerca di non fermarsi mai alla narrazione superficiale degli eventi. «E mentre il sociologo descrive la vita sociale qual essa risulta dalle osservazioni esterne, l’umorista armato del suo arguto intuito dimostra, rivela come le apparenze siano profondamente diverse dall’essere intimo della coscienza degli associati». (Pirandello, saggio sull’umorismo)

Notizie Flash

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it