Seguici sui social

Cronaca

Campania, De Luca: “Siate responsabili, altrimenti si chiude tutto”

Il presidente campano in una diretta Facebook ha richiamato tutti i cittadini al senso di responsabilità, ed al rispetto delle norme Anti-Covid. In caso di mancata osservanza delle ordinanze e di un conseguente aumento dei contagi, potrà farsi largo di nuovo l’ipotesi di chiusure strategiche

Pubblicato

il

De Luca
Foto: napolitan.it

La stagione autunnale inizia a farsi largo e con essa il timore di una seconda ondata di Coronavirus. A fare il punto sulla questione contagi in Campania è il presidente Vincenzo De Luca, che nella consueta conferenza stampa ha voluto richiamare tutti i cittadini al senso di responsabilità, altrimenti si rischia di dover ricorrere a misure drastiche come le chiusure.

Campania, le parole di Vincenzo De Luca oggi 25 settembre 2020

L’ordinanza del 24 settembre emanata dal neo vincitore delle elezioni regionali ha reintrodotto l’obbligo dell’utilizzo delle mascherine ovunque ed in qualsiasi orario. Se non ci sarà il rispetto di tale norma di prevenzione, potrebbero esserci misure più drastiche:

Se abbiamo deciso di rendere obbligatorio l’uso della mascherina, è semplicemente perché siamo in una situazione, a livello di contagi, più pesante rispetto a quella di marzo, aprile e maggio, considerando inoltre che siamo nella fase di apertura dell’anno scolastico. Vi prego di riflettere su questi numeri e ritrovare la responsabilità necessaria ad affrontare questa fase, per garantire la sicurezza delle nostre famiglie. Non si scherza più, non è più possibile andare in mezzo alla strada e trovare persone senza mascherina. E’ un lusso che non ci possiamo più consentire. O noi decidiamo di convivere con il Covid, fino all’arrivo del vaccino, rispettando però regole rigorosissime, o tra una settimana, non tra un anno, vi sarà la progressiva chiusura delle attività economiche, dei bar e dei locali di divertimento“.

Previsto nei prossimi dieci giorni un incremento dei casi giornalieri:

La previsione per i prossimi 10 giorni è di un incremento di 5.000 contagi. Abbiamo una differenza radicale rispetto a 5 mesi fa: una percentuale di asintomatici molto più radicale: questo significa, meno ricoverati in terapia intensiva, ma più ricoverati ordinari. Per fronteggiare queste previsioni, arriveremo ad avere 1.000 posti letto Covid disponibili. Qualora la situazione dovesse diventare drammatica, troveremo altri posti letto, facendo l’unica soluzione possibile: rinviando gli interventi ordinariamente previsti. Dal punto di vista delle terapie intensive, siamo la regione che ha fatto più sforzi per ottenere più posti, vogliamo puntare a ottenerne circa 900“.

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it