Seguici sui social

Politica

Coronavirus, Conte: “Le misure stanno funzionando ma il virus non è sparito”

Il presidente del Consiglio ha parlato alla nazione per fornire gli ultimi aggiornamenti sull’emergenza Covid-19

Pubblicato

il

Giuseppe Conte
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Il Premier Giuseppe Conte ha parlato in conferenza stampa dal cortile di Palazzo Chigi nel primo giorno di riapertura tra le regioni dopo il lockdown per l’emergenza causata dal coronavirus. Nel lungo intervento del Presidente del consiglio, è stato fatto il punto della situazione del paese e sui progetti per far ripartire l’Italia.

L’emergenza sanitaria è alle spalle, ma ora dobbiamo fare i conti con l’emergenza economica e sociale, abbiamo stanziato 80 miliardi, come tre manovre, ma sappiamo che queste misure sono solo l’inizio di un percorso di rilancio del nostro Paese. Il sistema di controllo che abbiamo adottato sta funzionando e sta funzionando anche l’indirizzo politico delle riaperture progressive. I numeri, possiamo dirlo con prudenza ma chiarezza, sono incoraggianti. Il trend è in costante diminuzione. Dalla Lombardia alla Sicilia, la strada è quella giusta. Colgo un rinnovato entusiasmo, siamo nella stagione bella. In giro c’è grande attenzione per questa socialità ritrovata. Giustissimo. Ci meritiamo il sorriso e l’allegria“.

Il premier Conte ha poi aggiunto: “Pensare che il virus sia sparito sarebbe grave leggerezza, è un pensiero smentito dai dati. Le uniche misure efficaci sono il distanziamento fisico e l’utilizzo, ove necessario, delle mascherine. Grave leggerezza abbandonare queste precauzioni. Vogliamo che il nostro paese ritorni meta ambita dai turisti. Dobbiamo promuovere il brand Italia nel mondo. La bellezza dell’Italia non è mai andata in quarantena“.

Scuola, Conte: “A settembre sicuramente si riaprirà”

“Sicuramente a settembre si riaprirà, e in presenza, dobbiamo fare di tutto per assicurare ai nostri studenti il ripristino di una fase di normalità”. “Ci aspettiamo aule rinnovate e conformi a settembre – ha spiegato il premier -. Ci sono le risorse e abbiamo introdotto l’aspetto normativo. I sindaci hanno il permesso speciale per rinnovare gli edifici scolastici e arrivare a settembre a scuola in aule più grandi”.

Durante il suo intervento, Giuseppe Conte ha chiesto scusa per i ritardi nelle erogazioni degli aiuti e ha assicurato che il piano di rilancio va fatto anche con il contributo delle opposizioni.

';

I più letti

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it