Seguici sui social

Tecnologia

Ordine Visualizzazioni Storie Instagram: ecco da cosa dipende

Uno dei più frequenti dubbi che attanaglia l’utente medio del più influente social network del momento è la motivazione che si cela dietro la disposizione delle storie e dei post

Pubblicato

il

Che sia per svago, per lavoro o semplicemente per ammazzare il tempo, l’uso di un dispositivo mobile è orientato sensibilmente verso i social network, Instagram su tutti. Stiamo parlando della piattaforma sociale più bella da vedere e facile da usare, in quanto permette ad ogni genere di utente di avere un contatto ‘istantaneo‘ con il mondo esterno.

Stories, fotografie a paesaggi, persone o animali e short videos sono i principali personaggi della scena. Ci capita, infatti, di aprire Instagram e dare un’occhiata ai primi contenuti che l’app ci offre.

Solitamente, ciò che risalta agli occhi di tutti è la presenza delle stesse persone o pagine che seguiamo o con le quali, in qualche modo, interagiamo più frequentemente. Vi siete mai chiesti il motivo?

Instagram, ecco il perché della disposizione dei contenuti 

In base ad un algoritmo specifico, il social del momento ci mostra esattamente ciò che noi vogliamo vedere. In che modo avviene ciò?

Ogni contenuto che andiamo a toccare, ogni swipe o singolo movimento che operiamo all’interno dell’interfaccia risulterà un’interazione, che permetterà al sistema di capire automaticamente chi sono i nostri ‘profili preferiti’. Likes, commenti, tag e visualizzazioni di storie andranno così a favorire un processo che faciliterà la scelta dei nostri contenuti favoriti.

Dunque, nonostante non si conosca perfettamente come funzioni l’algoritmo di cui stiamo parlando, è proprio questo a regolare l’ordine della visualizzazione delle storie sulla propria dashboard di Instagram.

Il processo in questione è favorito dall’engagement, ovvero il rapporto tra il numero di followers e quello dei likes alle foto o ai video presenti nel proprio profilo. È per tale motivo che molte aziende o privati scelgono Instagram come piattaforma per promuovere sé stessi o un prodotto in particolare (si notino pubblicità o spot).

Inoltre, altra finalità del network più amato tra i giovani è quella di mostrare, in base agli interessi di ogni utente, ciò che potrebbe attirare maggiormente la sua attenzione. Di fatti, se sono un appassionato di calcio e tendo ad interessarmi al tema in questione, Instagram tenderà a presentarmi una serie di post inerenti, incrementando la mia voglia e il piacere di aprire l’app e favorire un ‘circolo vizioso’ di infinite interazioni.

Ecco un video del canale YouTube Willpitt, che cerca di spiegare in un filmato i concetti sopra esposti.

Andrea, 19 anni, nato a Salerno. Sono uno studente di Scienze della Comunicazione, speaker e aspirante giornalista ed imprenditore. Appassionato di hi-tech, telefonia e spettacolo.

I più letti