Seguici sui social

Calcio

Calciomercato Lecce, Sticchi Damiani: “Lavoriamo per Ersoy e Yilmaz”

Pubblicato

il

Damiani Presidente Lecce
Fonte: Lecce Calcio

Il presidente del Lecce calcio, Saverio Sticchi Damiani, ha concesso una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport dove ha sottolineato il grande impegno per ben figurare in Serie A: acquisti e un restyling dello stadio cittadino per accogliere i tifosi salentini e le squadre che giornata dopo giornata sfideranno la formazione di mister Liverani.

Il presidente giallorosso ha parlato degli obiettivi stagionali: “Vogliamo provare a fare in Serie A un altro miracolo, preservare la categoria. Speriamo di riuscirci perchè sappiamo che non sarà semplicissimo. Anche raggiungere la promozione non è stato facile e quindi vediamo se riusciamo a fare due miracoli consecutivi“.

Sugli obiettivi di mercato, Sticchi Damiani ha sottolineato: “Dopo aver trattenuto i maggiori protagonisti della scalata in Serie A, vogliamo prendere almeno altri otto o nove elementi che hanno già esperienza in Serie A e magari rischiare su due o tre giovani di proprietà da provare a lanciare“.

Lecce, Sticchi Damiani: “Lavoriamo per Ersoy e Yilmaz”

Il presidente ha poi confermato due trattative: “Il ds sportivo Meluso sta lavorando per Burak Yilmaz del Besiktas ed Ertugrul Ersoy del Bursaspor. Su Dragowski vediamo, ma noi in porta abbiamo Vigorito, per me gioca lui. Intanto abbiamo chiuso per Vera, terzino sinistro colombiano del 1999. Davanti arriveranno due attaccanti, uno può essere appunto Burak. Pinamonti? ​Magari da luglio ne parleremo“.

Nato a Salerno ma vive da ormai 15 anni a Milano. Social Media e webmaster, ha deciso di iniziare questa nuova esperienza con il portale Zetanews.it.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it