Seguici sui social

Cronaca

Cava de’ Tirreni, in carcere il boss finto invalido Mario Bisogno

Il capo clan è stato arrestato con l’accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato: pur riconosciuto come invalido totale e cieco parziale, guidava l’auto. Bisogno era già ai domiciliari

Pubblicato

il

Arresto messo in atto dalle forze dell'ordine
Foto: tp24.it

Torna in carcere il boss della camorra di Cava de’ Tirreni Mario Bisogno. L’accusa per il capo clan è quella di truffa aggravata ai danni dello Stato.

L’uomo era stato sottoposto agli arresti domiciliari, pena che doveva scontare per dieci anni. Ma a seguito delle indagini condotte dal personale della Polizia di Stato appartenente al settore Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava, è stato emesso il mandato di cattura per il camorrista capo dell’omonima famiglia.

Mario Bisogno di nuovo in carcere: tutte le scorrettezze del capo clan

Bisogno era riconosciuto dallo Stato come invalido totale e cieco parziale. Ma, stando alle ricerche effettuate dalle autorità, guidava sistematicamente l’auto; inoltre, la patente di guida dell’uomo era stata revocata. Tanto per aggiungere qualcosa, Bisogno camminava regolarmente senza l’uso delle stampelle, che portava sempre al seguito, senza tuttavia utilizzarle.

Alle spalle dell’uomo lunghi periodi di detenzione in carcere per reati di associazione per delinquere di stampo camorristico, rapina, estorsione ed usura. Bisogno era ormai da molti anni ai domiciliari nella sua residenza a Cava de’ Tirreni. Tuttavia, si pensava che avesse scontato la pena in maniera regolare. Evidentemente, dato quanto emerso nelle ultime ore, le scorrettezze commesse dall’uomo sarebbero diverse e disparate.

Nato a Nocera Inferiore il 10 febbraio 1994, è fotoreporter e aspirante giornalista nel settore dell'informazione sportiva. Laureato con lode in Scienze della Comunicazione nel 2016 presso l'Università degli Studi di Salerno, attualmente studia Corporate Communication e Media nello stesso ateneo. Passionale, creativo, amante della comunicazione face-to-face, è da sempre patito di calcio, del quale è affascinato in ogni sua sfaccettatura. Ha praticato la pallacanestro a livello agonistico per diversi anni. Tra i suoi hobby non si possono tralasciare la musica, la fotografia e la cucina.

I più letti