Seguici sui social

Cronaca

Lite in ospedale, partono colpi di pistola: 2 feriti a Cava de’ Tirreni

I feriti, un parente di un paziente e il padre di un medico di turno, sono stati sottoposti a intervento chirurgico. Sulla vicenda, su cui indagano carabinieri e polizia, la direzione dell’Azienda ospedaliera ha disposto un’indagine interna

Pubblicato

il

Ospedale Cava de' Tirreni
foto: gazzettadisalerno.it
';

Attimi di tensione questo pomeriggio all’ospedale “Santa Maria dell’Olmo” di Cava de’ Tirreni. Due persone sono rimaste ferite nel corso di una sparatoria che si è verificata al pronto soccorso dell’ospedale della città metelliana. I feriti sarebbero stati raggiunti da colpi d’arma da fuoco al culmine di una lite scoppiata, a quanto pare, per il diniego del medico di guardia per un ricovero di un 80enne cavese.

Come riportato da Repubblica.it, i protagonisti sono figlio e nipote del paziente che, nel pomeriggio, hanno accompagnato l’anziano parente al pronto soccorso dell’ospedale di Cava de’ Tirreni.

Il figlio dell’anziano avrebbe preteso di restare indebitamente in corsia ad assistere agli accertamenti con il rifiuto del medico di turno: è da qui che sarebbe nato un diverbio che, con il passare dei minuti, ha assunto toni sempre più accesi fino a degenerare con l’arrivo del padre del medico, presumibilmente avvisato dall’interessato. Un arrivo dal quale è scaturito un nuovo alterco che è culminato con l’estrazione, da parte del genitore del dottore di turno, di una pistola, che è stata puntata direttamente verso le gambe del figlio dell’ottantenne recatosi al pronto soccorso: il colpo esploso ha ferito l’uomo a una gamba.

In difesa del padre gambizzato è intervenuto poi il figlio, nipote dell’anziano, che ha inseguito il responsabile del gesto: da qui è nata una nuova colluttazione nel corso della quale è stato esploso un secondo colpo che, stavolta, ha colpito il papà del medico. I due feriti sono stati soccorsi e operati per estrarre i due proiettili.

L’ospedale: “Avviata indagine interna”

Sull’episodio la direzione dell’Azienda ospedaliera universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, alla quale fa capo l’ospedale Santa Maria dell’Olmo di Cava de’ Tirreni, ha inviato una nota precisando di aver già disposto un’indagine interna: “In riferimento all’episodio occorso nel pomeriggio di oggi presso il Presidio Ospedaliero Santa Maria dell’Olmo di Cava de’ Tirreni, l’Aou San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno attende l’esito delle indagini in corso da parte dell’Autorità Giudiziaria, precisando che la Direzione Commissariale ha prontamente attivato il servizio ispettivo aziendale“.

';

I più letti