Seguici sui social

Calcio

Salernitana, ridotta la capienza dell’Arechi

La casa della squadra granata vedrà una riduzione di ben 5mila posti a sedere, distribuita però per tutti i settori.

Pubblicato

il

Tifosi della Salernitana
Foto: amalfinotizie.it

Una stagione non troppo esaltante quella che sta conducendo la Salernitana, caratterizzata da tanti alti e bassi. In ogni caso, nulla è stato compromesso, con la zona playoff ancora alla portata. Nella giornata di oggi però, è arrivata una brutta notizia, riguardante la “casa” dei granata, ovvero lo stadio Arechi.

Capienza ridotta per lo stadio Arechi

Causa l’andamento del campionato dei salernitani, lo stadio è stato riempito per la sua totalità solo in grandi occasioni, ovvero nei match di cartello. Per le restanti partite, a sostenere i calciatori, ci sono sempre stati solo i fedelissimi. Nelle ultime ore è arrivata dalla Commissione Provinciale di Vigilanza, l’ordine per la riduzione del numero dei posti a sedere.

Fino ad oggi la capienza massima era di 31.300, mentre da oggi sarà di 26.500. Stiamo parlando di quasi 5mila posti in meno, un taglio davvero significativo. La distribuzione dei posti sarà: 8mila per la Curva Sud, 9mila per i Distinti, 7500 per la Tribuna e 2mila per la Curva Nord.

A causa del numero di tornelli non sufficiente, è stata ridotta la capienza anche per la Tribuna ed i Distinti. Una spiacevole notizia per i tifosi granata, che almeno per questa stagione non potranno vedere l’Arechi completamente esaurito.

È un giovane ammiratore del giornalismo in tutte le sue sfumature che prova a raccontare la verità delle cose nel migliore dei modi. Giornalista praticante, attivista antimafia e ogni tanto scrittore di pensieri.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it