Seguici sui social

Tecnologia

Smartwatch, vendite in costante aumento per gli orologi intelligenti

Secondo gli analisti il mercato degli accessori tecnologici da polso avrà una crescita pari a quella degli smartphone

Pubblicato

il

Smartwatch
foto: digitalspy.com

Che sia da polso, a pendolo o al quarzo, il processo tecnologico ha capitalizzato anche il mondo degli orologi. La nostra vita ha subito un processo Smart, dal quale probabilmente non riusciremo a tornare indietro e lo si evince proprio dalla crescita di un prodotto che, fino ad una decina di anni fa, avrebbe suscitato un interesse relativo agli occhi di molti. Grazie a studi accurati da parte di professionisti del campo, viene stimato che tra qualche anno gli smartwatch faranno parte della quotidianità della maggior parte della popolazione, a conferma di una frontiera tecnologica che non ha mai fine.

Gli analisti di Gartner prevedono infatti che che nel 2019 verranno acquistate quasi 80 milioni di unità, per un quantitativo che si aggira sui 16/17 miliardi di dollari.

A cosa servono gli smartwatch?

Lo smartwatch non è un banale sostituto dell’orologio. Anzi, è molto di più.

Abbraccia quasi tutte le capacità di uno smartphone nel corpo di un dispositivo da polso. È possibile effettuare chiamate, visualizzare messaggi, che siano sms, mail, whatsapp o social vari. Anche la multimedialità è ‘a portata di mano’; l’orologio ha di fatti la capacità di riprodurre musica o in alcuni casi, scattare fotografie.

Smarrito il cellulare? Niente paura, lo smartwatch riesce a rintracciarlo grazie al collegamento creatosi con un altro dispositivo mobile. Per essere funzionale ed efficiente ha di fatti bisogno di una connessione Bluetooth con uno smartphone.  Uno degli usi più frequenti che contraddistingue lo smartwatch è quello sportivo. Monitorare le proprie prestazioni, il movimento, i battiti ed il sonno non è mai stato così semplice. In molti casi il dispositivo tecnologico da polso è anche resistente all’acqua.

Smartwatch: ma quanto costano? Prezzo medio e top di gamma

Come per gli smartphone, anche per gli smartwatch i costi dipendono dal prodotto che si va ad acquistare. Qualità costruttiva, materiali, sistemi e tecnologie di nuova generazione fanno chiaramente levitare il prezzo. Si parte dalle cosiddette smartband, dedicate ad un target per lo più incline al fitness. Hanno un prezzo accessibile, si parte da 20/30 euro. Xiaomi è uno dei produttori più influenti nel campo. Si comincia a salire vertiginosamente quando entra in ballo un sistema operativo all’interno del dispositivo wearable.

Amazfit Bip è uno dei prodotti più gettonati, con un costo che si mantiene inferiore ai 100 euro.

Sebbene esistano smartwatch su questa fascia di prezzo, i veri top di gamma sono (anche in questo caso) Samsung ed Apple, con la seconda che domina la classifica, grazie all’oramai celebre Apple Watch e ai Gear e Watch dell’azienda sudcoreana. In tal caso la spesa da affrontare è confrontabile a quella di uno smartphone di fascia medio-alta, quindi dai 300 euro in sù in media.

Andrea, 19 anni, nato a Salerno. Sono uno studente di Scienze della Comunicazione, speaker e aspirante giornalista ed imprenditore. Appassionato di hi-tech, telefonia e spettacolo.

I più letti