Seguici sui social

Calcio

Bari calcio, vietata la trasferta di Angri per la gara con la Nocerina

La notizia era nell’aria, vista la ridottissima capienza del settore ospiti del “Novi”. I biglietti non potranno essere venduti ai residenti in Puglia

Pubblicato

il

Stadio Novi Angri
foto: angrinews.com

Ufficiale la notizia che circolava nell’aria già da diversi giorni. Vietata la trasferta ai tifosi del Bari calcio per la prossima gara di campionato, da disputarsi contro la Nocerina allo stadio “Novi” di Angri, domenica alle ore 15. Lo comunica la stessa società campana, che riferisce come sia stato stabilito il divieto di vendita dei biglietti per la gara ai residenti nella regione Puglia.

Bari calcio, divieto di vendita dei biglietti ai residenti in Puglia

Questo il comunicato: “L’Asd Nocerina 1910 comunica che, per decisione della Prefettura di Salerno, la vendita dei tagliandi relativi all’incontro Nocerina-Bari di domenica 7 aprile è vietata ai residenti nella Regione Puglia. Pertanto, da questo momento, per acquistare i biglietti è obbligatoria l’esibizione di un documento di identità in corso di validità“.

Una decisione, quella della prefettura salernitana, quasi obbligata dalla ridottissima capienza del “Novi”, nonché di alcune potenziali problematiche relative al traffico di veicoli e persone per giungere al settore ospiti, che avrebbero potuto verificarsi anche in caso della concessione di un numero molto esiguo di biglietti concessi ai tifosi baresi.

Al di là di qualsiasi valutazione sull’ordine pubblico, sulla quale non sindachiamo, sarà davvero un peccato non vedere, per varie ragioni, entrambe le tifoserie presenti sugli spalti dell’impianto angrese.

';

Notizie Flash

Zetanews.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Nocera Inferiore n° 9/2019 dell' 11 dicembre 2019 RC 19/1808 - Editore: AGER AGRI APS, con sede in Nocera Inferiore (SA), via Libroia, 41 - [email protected] - © Riproduzione Riservata – Ne è consentita esclusivamente una riproduzione parziale con citazione della fonte corretta www.zetanews.it